In questo video viene spiegato il collegamento tra conflitti affettivi inconsci e le somatizzazioni ad essi legate. Parla li dott. Allan Abbass, esperto in I.S.T.D.P. – Psicoterapia Dinamica Breve Intensivo

“L’ISTDP è una tecnica psicoterapeutica messa a punto dallo psichiatra H. Davanloo arrivando a definire uno strumento estremamente efficace e di breve durata con varie tipologie di soggetti. Attraverso un approccio vis a vis e un atteggiamento attento e costantemente attivo del terapeuta, il paziente giunge ad esperire contenuti emotivi fino ad allora repressi e che, in quanto inespressi, hanno dato origine ad una sintomatologia patologica. La duttilità dell’approccio, una rapida diagnosi effettuata attraverso l’individuazione delle principali vie di scarica dell’ansia e le modifiche tecniche apportate negli ultimi anni permettono un impiego che si adatta perfettamente al singolo utente con applicazioni accessibili alla quasi totalità della popolazione. Da svariati studi recenti l’ISTDP risulta essere efficace con problematiche quali disturbi depressivi, somatizzazioni, attacchi di panico, disturbi d’ansia, disturbi ossessivi, disturbi di personalità, disturbi fobici e sintomi legati a patologie organiche. Sono moltissimi i casi in cui anche un singolo intervento (di una sola seduta) produce una remissione del sintomo.
Abitualmente l’ISTDP prevede una prima seduta lunga, di circa 3 ore, per permettere al terapeuta ed al paziente di fare una vera e propria “prova di relazione”, una replica di quelle che saranno le sedute della terapia, per instaurare la relazione terapeutica e valutare approfonditamente le problematiche del paziente. Con pazienti poco resistenti o senza nuclei di particolare fragilità può essere sufficiente quest’unica seduta. Le 4-5 sedute successive sono solitamente di un’ora e mezza, mentre poi è possibile procedere con sedute da 50-60 minuti settimanali o mantenere l’ora e mezza ogni 15 giorni. Nel corso degli ultimi 10 anni l’ISTDP è stata organizzata anche in blocchi di sedute (Block–Therapy) di 6-8 ore suddivise in 2 giorni consecutivi (3-4 ore a seduta), ripetibili a distanza di settimane o mesi.”